Assunta

ASSUNTA PERILLI

Fonte della tessitura – Campotosto

 

La bottega nacque dopo il ritrovamento di un antico telaio in legno della tradizione tessile del paese di Campotosto. Da subito partì l’idea di non lasciare estinguere il mestiere della tessitura, che ha rappresentato per molte generazioni del paese motivo di sostentamento economico. Assunta, tornata a vivere nel suo paese dopo aver frequentato l’università fuori, si conquista la fiducia delle donne anziane del paese, che le insegnano i segreti di questa raffinata arte. E così da tutto il Centro Italia vengono per visitare la “Fonte della Tessitura”, per comprarne i tessuti e i vestiti unici fatti a mano da lei.

 

Ma il terremoto ha messo in pericolo tutto questo. Assunta non ha lasciato il suo paese, ormai cumulo di macerie e sprovvisto di una rotta da seguire. Lotta ogni giorno per ottenere una sede provvisoria per la sua attività, che, lei dice, “deve continuare a vivere a Campotosto”. “La tessitura a mano di alta montagna deve restare nei suoi luoghi unici, alla sua propria altitudine, nel suo proprio clima” afferma con orgoglio.